Federica Galloni riceve il premio “Arte: sostantivo femminile” per le donne impegnate nella promozione culturale

12 marzo 2019

Il premio “Arte: Sostantivo femminile”, giunto all’undicesima edizione, continua a dare risalto alle donne che hanno contribuito a far crescere l’arte e la cultura italiana nel mondo. La premiazione si è svolta l’11 marzo nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – diretta da Cristiana Collu – e ha visto salire sul palco otto figure femminili di spicco, a cui è stato consegnato il riconoscimento, nella cerimonia condotta dalla giornalista Olivia Tassara.

Creato dall’Associazione Amici dell’arte moderna a Valle Giulia e gestito con La Galleria Nazionale, il premio vuole dare risalto alle figure femminili che si sono dedicate alla promozione dell’arte e della cultura.

Federica Galloni, Direttore Generale della Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee del MiBAC è stata premiata da Franco Bernabé – già Presidente della Biennale di Venezia, del MART di Treento e Rovereto e della Fondazione La Quadriennale di Roma, oltre ai  ruoli di manager pubblico di primissimo livello.

Nel suo discorso, al momento della consegna del riconoscimento, Federica Galloni ha tracciato un primo bilancio dell’attività della Direzione, alla fine del primo triennio di lavoro. “Questa Direzione è stata creata all’interno di un Ministero che, almeno nella percezione dell’opinione pubblica, si occupava principalmente dell’arte e dell’architettura classica. È altrettanto importante però che l’Italia possa acquisire una sua identità nazionale anche nel campo del contemporaneo”.

“Come Paese – ha ricordato Federica Galloni nel suo intervento – abbiamo indubbiamente un grande patrimonio classico, ma è fondamentale valorizzare quei giovani artisti italiani che hanno molto da dire e che necessitano di essere supportati e proiettati nell’ambiente internazionale. Dal 2015 la Direzione generale ha stanziato oltre 60 milioni di euro per bandi e concorsi, ha pubblicato censimenti e mappature, curato progetti di ricerca, sostenuto produzioni artistiche e favorito la circuitazione internazionale di opere e artisti italiani”.

Franco Bernabè, che ha premiato Federica Galloni, ha sottolineato l’apprezzamento per il suo lavoro e ricordato il suo impegno nella promozione culturale e dell’arte italiana a livello internazionale, rinnovando l’approccio del Ministero.

La serata ha avuto l’apice nella premiazione dell’artista internazionale Marina Abramovic, che si è dichiarata fiera dato che “per la prima volta ricevo un premio da una giuria femminile”, nonché per essere stata la prima donna a cui è stata dedicata una mostra a Palazzo Strozzi, come ricordato anche dal Direttore Generale della Fondazione Arturo Galansino, che ha consegnato il riconoscimento.

Tra le altre premiate l’étoile Eleonora Abbagnato, Elena Di Giovanni – Vicepresidente e Partner di Comin & Partners – Maria Grazia Chiuri, stilista di Dior, premiata dal vicesindaco di Roma Capitale Luca Bergamo, l’imprenditrice Giannola Nonino con la figlia Antonella, la curatrice Ester Coen e la giornalista Sveva Sagramola.